Anno nuovo corsa nuova

La corsa come strumento di motivazione per le nuove sfide

Buongiorno Web Runners, e Buon Anno!

Se Dicembre è un mese di riassunti e di considerazioni su ciò che è già stato fatto, Gennaio è indubbiamente un mese di inizio, di decisione e programmazione delle nuove sfide che ci aspettano.

Come tutte le partenze o ripartenze, anche Gennaio racchiude un sentimento misto fatto di entusiasmo, di voglia di fare, di grandi aspettative. Questo carico di responsabilità e di impegni può generare però anche qualche insicurezza, l’affanno di dover fare tante cose, il dubbio di riuscire a raggiungere gli obiettivi e a rispettare le scadenze che ci siamo prefissati.

Le ferie, per chi ha avuto la fortuna di farle, sono durate ovviamente troppo poco e riprendendo la routine di lavoro e di impegni si sente già il bisogno di nuove vacanze.

Bene, lo scenario è abbastanza chiaro. Si chiama SINDROME DA SOVRACCARICO MENTALE (o forse no, ma diciamo che rende l’idea!)

Se siete dei veri runners le ferie non hanno interrotto i vostri allenamenti, quindi siete usciti all’aria aperta almeno due o tre volte a settimana e questa meravigliosa valvola di sfogo ha continuato a funzionare. Ora siete carichi e gli impegni del nuovo anno vi appaiono come sfide impegnative ma raggiungibili.

Se invece la vostra carne ha ceduto alle lusinghe dei pranzi, delle cene e soprattutto del divano, avete accumulato un po’ di sedentarietà. Non preoccupatevi, la cosa si può risolvere… quindi non perdetevi d’animo e iniziate a pianificare le prossime tre uscite. Cominciate così, senza grandi planning mensili o annuali, mettete le scarpe e andate a respirare un po’ d’aria fresca, tornerete con le idee già più chiare.

Al di là della forma fisica, l’attività aerobica all’aria aperta è un efficace strumento di micro-riassetto mentale.

Soprattutto dopo la mezz’ora di corsa il nostro cervello fatica a elaborare pensieri troppo complicati, come la pianificazione del lavoro o la risoluzione di argomenti difficili, e si mette in una sorta di “safe-mode” in cui dà priorità unicamente alla gestione del movimento, alla coordinazione della respirazione, e all’ascolto dei segnali che arrivano dal corpo.

Avvertiamo chiaramente questo cambiamento perché iniziamo a guardare il paesaggio che ci circonda in maniera diversa e il nostro metro di giudizio si ridimensiona ai criteri necessari: se vediamo una persona seduta sulla panchina che sta 20 metri davanti a noi, non pensiamo “Chi sarà? Cosa ci fa lì seduta a quest’ora? Cosa ci sarà dentro la borsa al suo fianco?” ma ci preoccupiamo solo di scegliere un percorso giusto per aggirare l’ostacolo. Semplicemente.

La percezione delle cose che vediamo si “ammorbidisce”, smettiamo di pensare troppo e ci lasciamo pervadere solo dall’essenza, senza sovrastrutture.

Se non vi è mai capitato, continuate a correre, allenatevi fino ad arrivare ad un buon livello di sforzo e vedrete che questo Matrix si svelerà anche ai vostri occhi. Parola di Neo!
Hollywood a parte, cercate di utilizzare la corsa come valvola di “depressurizzazione mentale”, come strumento naturale per calibrare in maniera bilanciata il peso dei vostri impegni e delle vostre sfide senza appesantirvi le spalle e la testa di inutili fardelli masochistici.

Ovviamente l’allenamento non basterà a risolvere automaticamente i vostri pensieri, ma certamente ossigenare il cervello e liberarlo almeno per qualche minuto dai labirinti del ragionamento ciclico vi servirà a rivalutare i problemi con una migliore apertura, vi suggerirà l’analisi da un diverso punto di vista, o magari vi farà semplicemente cadere dei pregiudizi di “infattibilità”.

A proposito di sfide, vi siete già registrati alla Maratonina della Vittoria? Il 17 Marzo si avvicina!

Ecco il link per l’iscrizione.

Seguite i nostri articoli dedicati al programma allenamenti per arrivare in perfetta forma a questo fantastico evento.

Per chi non avesse ancora iniziato la preparazione, nel prossimo articolo daremo qualche consiglio prezioso per sfruttare al meglio gli ultimi due mesi di uscite!

Quindi… RUN HARD, LIVE EASY e buon 2019 a tutti i nostri affezionatissimi WEB RUNNERS!

 

facebook
instagram