Come scegliere l’attività migliore da abbinare al running?

Non di sola corsa vive il runner!

Buongiorno Web Runners!

In questo periodo, che per molti rappresenta il secondo “Gennaio” dell’anno, ci viene spesso chiesto quali siano le pratiche di allenamento migliori da abbinare alla corsa.

Anzitutto, bravi! Perché la domanda dimostra che siete attivi e alla ricerca di nuovi stimoli per migliorare il vostro benessere.

In realtà non esistono attività “incompatibili” con il running, ma sicuramente possiamo scegliere una disciplina di allenamento che, combinata alla corsa, ci permetta di raggiungere più facilmente o più velocemente determinati obiettivi.

Attenzione a non perdere il senso della misura: abbinare più attività ci può portare al sovrallenamento, trasformando la pratica fisica da positiva e piacevole a tossica. Questo certamente vale per qualsiasi tipo di eccesso nella routine di allenamento, ed ha effetti sia in termini fisici che psicologici.

Se però cercate semplicemente un’attività diversa da alternare alla corsa, allora le possibilità sono parecchie, cerchiamo di suddividerle per obiettivi.

Le attività da abbinare alla corsa per: PERDERE PESO

Se desiderate diminuire la percentuale di massa grassa nel vostro corpo, le azioni da compiere sono due, abbinare alla corsa un allenamento “di forza”, e ribilanciare la vostra dieta.

La corsa di per sé è un’attività prevalentemente aerobica che sviluppa l’apparato cardiocircolatorio, va quindi benissimo come riscaldamento per una sessione di attività di forza, più efficace per smaltire le riserve di grasso accumulate. Se la vostra disponibilità di allenamento è di 3 volte a settimana, potete magari dedicarne 2 alla forza (con corsa lieve di riscaldamento) alternandole ad una focalizzata solo sulla corsa, meglio se ad andatura media e per un tempo non inferiore alla mezz’ora.

La soluzione più semplice è quella di frequentare una palestra: nelle sale fitness potrete trovare attrezzi e macchine adatte a tutte le fasce muscolari, e personale che vi può seguire nell’allenamento a tutti i livelli. Certo, gli esercizi con le macchine non sono il massimo del divertimento, quindi vi consigliamo di iscrivervi con un amico o con il vostro/la vostra partner, per avere più motivazione alla frequenza. Le palestre sono comunque luoghi di aggregazione, quindi scegliendo quella più giusta per voi, sicuramente avrete l’occasione di fare piacevoli conoscenze o addirittura coltivare nuove amicizie.

MIGLIORARE LA RESISTENZA

Se puntate ad essere più performanti nella corsa, ma cercate un’attività da alternare alle uscite di running, potete considerare il nuoto o la bici.

Entrambe le discipline sono allenanti per la resistenza, e sono assolutamente compatibili, ne sono un chiaro esempio il duathlon, l’aquathlon e ovviamente il triathlon.

Una nota importante è che nel nuoto, a differenza delle altre due discipline, la componente tecnica è determinante per allenare la resistenza. Per fare un esempio semplicistico ma verosimile, allenarsi con una tecnica di nuoto scarsa può essere paragonato a cercare di migliorare la resistenza correndo a velocità massima in un sentiero di montagna ad elevata pendenza o, al contrario, camminare molto lentamente per un tempo lunghissimo. In entrambi i casi l’allenamento aerobico sarebbe poco efficace. Fatta questa premessa, ovviamente la tecnica di nuoto si può migliorare (anche velocemente) seguendo dei corsi adatti ad ogni livello.

HOME TRAINING

Se il vostro obiettivo è quello di sfruttare qualche pausa domestica, e allenarvi senza uscire di casa, ci sono diverse alternative percorribili.

Oltre al personal trainer a domicilio, sicuramente efficace ma costoso, se non avete una buona dimestichezza con esercizi e self-training sono disponibili molte App che aiutano ad allenarsi in autonomia.

Segnaliamo ad esempio NTC (Nike training club) o Freeletics, ma anche Sworkit o Pocket Yoga.

Una curiosità: per i neofiti della corsa c’è un App dedicata, si chiama “Couch to 5K” e, come dice il nome, ti accompagna dal divano alla tua prima 5km.

Indipendentemente dal tipo di soluzione che preferite, l’esperienza ci impone di sconsigliarvi l’acquisto di attrezzi vari per l’home training: hanno un potere attrattivo incredibile nei negozi di articoli sportivi, ma dopo una settimana finiscono inevitabilmente in garage e di lì a breve in qualche sito per la vendita di usato, sperando di non avere un trasloco nel mezzo perché, lo dice il nome: i pesi, pesano; provare per credere.

Battute a parte, la maggior parte degli esercizi domestici si possono svolgere senza ausili particolari, o al massimo con una banda elastica e due manubri leggeri, niente di più. Il nostro corpo ha di per sé un peso e gli esercizi più efficaci tendono a sfruttarlo quando serve.

COMBINARE FITNESS & RELAX

Se invece utilizzate la corsa come valvola di sfogo per lo stress o come occasione di relax “attivo”, sicuramente potreste provare il nuoto in allungamento o lo Yoga.

Molte piscine offrono oggi corsi di “relaxing swimming”, vale a dire un nuoto lento che punta principalmente all’ascolto dei movimenti di distensione delle fasce muscolari e all’acquaticità, una sorta di stretching dinamico in acqua. Tra i corsi di Yoga, invece, potrete scegliere sia versioni più tradizionali come lo “Hatha” o lo “Iyengar”, in cui vengono trattate anche tecniche di respirazione e meditazione, sia pratiche più dinamiche, ad esempio l’”Ashtanga” o il “Vinyasa” (detto power yoga), che hanno un’impostazione decisamente più energetica e fisica.

A questo punto, a voi la scelta! Buoni allenamenti Web Runners!

Scriveteci e segnalateci le vostre alternative di allenamento, oppure contattateci per ricevere informazioni o consigli. Aspettiamo i vostri feedback!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato o reso visibile. I campi obbligatori sono contrassegnati con *.

facebook
instagram