La corsa al mattino e i suoi benefici

Buongiorno Web Runners!

Nell’articolo di oggi parleremo di un dilemma mattutino, ovvero: siamo “snoozer” o “waker”?

Gli “wakers” si alzano dal letto qualche secondo prima che suoni la sveglia, facendo un movimento innaturale degno de “L’Esorcista” che parte dai talloni e li fa trovare in piedi senza piegare le ginocchia. Immediatamente operativi, sarebbero in grado di svolgere a mente un calcolo matematico complesso in meno di 3 secondi, mentre nel frattempo preparano la colazione. Hanno già tutta la situazione sotto controllo, e molto spesso di mestiere fanno gli agenti segreti sotto copertura.

Se non hai mai sentito parlare di “snooze”, beh sappi che non è né una parolaccia, né un gergo da rapper, bensì quel sistema diabolico che ci permette di posticipare la sveglia, per darci gli ultimi (?) 5 minuti di tepore sotto le coperte.

Chiarito questo punto, ti anticipiamo che se sei uno snoozer, l’argomento di oggi non ti piacerà, perché parleremo di CORSA MATTUTINA.

Vi è mai capitato di alzarvi molto presto in occasione di un viaggio, magari per andare a prendere un volo o un treno che partiva all’alba, e notare in quell’atmosfera surreale, fra le luci soffuse della vostra città dormiente, qualche solitario in tenuta sportiva che sfreccia indisturbato? E guardandolo, non negatelo, vi siete a stento trattenuti dall’avvicinarlo e chiedergli “amico, amica, dimmi… davvero, perché lo fai, eh? Perché?

Se l’aveste fatto, la risposta sarebbe stata semplice: “Perché mi fa stare bene!”.

Ok, lo sappiamo che questa storia non è bastata a convincervi, quindi entriamo nel dettaglio dei benefici della corsa al mattino:

  • Correre alle prime luci dell’alba ATTIVA IL METABOLISMO, rendendovi in breve tempo lucidi, nonché fisicamente e mentalmente dinamici.
  • Questa piacevole sensazione vi accompagnerà per tutta la giornata, perché deriva dalla produzione di ENDORFINE. Queste meravigliose molecole sono definite le “migliori amiche del buon umore”, inibiscono l’ansia e producono un senso di benessere generalizzato.
  • Aiuta a REGOLARIZZARE I VOSTRI RITMI di allenamento quotidiano: non avrete bisogno di pianificare gli appuntamenti di lavoro incastrando il tempo per la corsa, perché avrete già fatto il vostro esercizio giornaliero.
  • Respirare l’aria mattutina è una pratica assolutamente corroborante e, specie d’estate, vi evita il fastidio delle alte temperature.
  • E’ rilassante, perché vi risparmia lo stress del traffico, del caos, e si riesce a percepire l’ambiente che ci circonda in maniera più intima. Questo stato di tranquillità è perfetto per pianificare mentalmente gli impegni per la giornata.
  • Coinvolgete in questa sfida un amico o un’amica. Sapere che c’è una persona che vi aspetta, è un impegno che aiuterà entrambi a motivare le prime uscite e vi stimolerà a continuare.
  • Tornato dalla corsa, potrete permettervi una colazione più abbondante, e mentre gli altri dovranno faticare per partire, voi sarete già operativi al 100%

Ok, adesso vi state convincendo… ma se è così piacevole e utile, perché non lo facciamo già tutti?

Perché svegliarsi alle 5:30 del mattino non è esattamente una passeggiata… allora ecco alcuni consigli per rendere più sopportabile questa fatica, poi andando avanti saranno le endorfine a darti la spinta:

  • Cercate di non andare a letto troppo tardi, almeno per i primi giorni, così alzarsi sarà meno complicato. Se riuscite a mettervi a dormire per le 22:30, avrete 7 ore di sonno, sufficienti a riposare.
  • Se avete un risveglio difficile, allontanate la sveglia dal letto, così quando suonerà il gesto di spegnerla e di alzarsi saranno contemporanei.
  • Cenate con qualche carboidrato in più, così al mattino non vi sentirete scarico di energie. Se prima di iniziare vi sentite particolarmente deboli, bevete un caffè e mangiate una fetta biscottata o un frutto, ma non di più, e non bevete latte perché potrebbe appesantirvi e rendere difficile la corsa. Finito l’allenamento godetevi pure una colazione abbondante.
  • Preparate l’abbigliamento da corsa la sera prima, eviterete di perdere tempo e di disturbare chi vi sta vicino cercando pantaloncini e maglietta al buio.
  • Cercate di sforzarvi per i primi giorni, sarà difficile e servirà impegno, ma poi diventerà una delle vostre abitudini irrinunciabili.
  • Non dimenticate di fare un buon riscaldamento. Durante la notte i muscoli a riposo si accorciano, quindi prima di iniziare a correre, fate almeno 15 minuti di camminata o di stretching, vi aiuterà anche ad avviare il ritmo respiratorio e ad ossigenare il cervello.

Quindi…. che voi siate snoozers o un wakers, accettate questa sfida e provate per qualche giorno a sperimentare i benefici della corsa mattutina… e se dopo questo test capite che proprio non fa per voi, ricordate che si corre sempre per piacere e con il sorriso, quindi…. trovate il vostro equilibrio!

Cari, ma soprattutto care Web Runners, buona corsa!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato o reso visibile. I campi obbligatori sono contrassegnati con *.

facebook
instagram