I Runners e l’inverno: inarrestabili Eroi del freddo

I Runners e l’inverno: inarrestabili Eroi del freddo

La stagione fredda ha iniziato con decisione a mandare i suoi freschi messaggi con un brusco calo delle temperature e l’aumento delle piogge che rendono meno agevole gli allenamenti e le gare.

Contrariamente però a qualche anno fa, i calendari nazionali sono sempre più ricchi di appuntamenti anche durante il periodo più freddo dell’anno. Molti weekend offrono più gare contemporaneamente a pochi chilometri una dall’altra. E questo rende sempre più semplice decidere dove correre, sia per chi cerca gare importanti e prestigiose, dove migliorare i propri personali sia, sia per coloro che non hanno bisogno di controllare il cronometro, ma vivono la corsa con leggerezza e come mezzo semplicemente per stare bene e mantenersi in forma.

emma-simpson-unsplash_eroica15-18_corsa_inverno_vittorio-veneto_18-marzo-2018_blog

Photo by Emma Simpson on Unsplash

Inoltre anche le gare non competitive sono migliorate significativamente dal punto di vista organizzativo, con la segnalazione dei chilometri, la chiusura al traffico, l’offerta di ristori sempre più ricchi. E questo può diventare un vantaggio per ogni tipo di atleta. L’appuntamento domenicale può essere utilizzato come allenamento specifico da parte di chi programma appuntamenti mirati in primavera; oppure la gara domenicale diventa un aiuto per coloro che hanno appena iniziato il loro viaggio nel mondo della corsa, perché offre la scusa giusta per correre in compagnia, trovare alleati nei momenti di fatica, correre su percorsi sicuri e non ultimo…sfruttare il “terzo tempo” al ristoro finale.

Un altro vantaggio della possibilità di continuare a gareggiare in inverno è quello di sfruttare queste gare per preparare una Maratona o una Mezza Maratona in primavera. E anche per questo motivo gli eventi di Eroica15-18 includono nel loro calendario alcune gare da sfruttare come preparazione per l’Eroica15-18 Marathon e la 5^ Maratonina della Vittoria in calendario il prossimo 18 marzo 2018.

runners_gruppo_scuola-di-maratona_eroica15-18_inverno_corsa_blog_vittorio-veneto_18-marzo-2018_pioggia_maratona

Photo by Scuola di Maratona ASD Vittorio veneto

Correre in gruppo inoltre aiuta a superare gli ostacoli principali della stagione fredda: temperature basse, pioggia e spesso la neve non invogliano certo ad uscire di casa e affrontare il maltempo. Se correte da tempo e costantemente tutto l’anno, non vi spaventerà di certo un po’ di vento o il freddo. Avrete già i vostri trucchi, la dimestichezza con il naso congelato e la giusta esperienza per affrontare allenamenti e gare nella stagione più rigida.

Chi si è avvicinato da poco alla corsa, dopo il primo periodo di adattamento articolare, inizia a godere dei benefici legati ad essa: perde peso, si sente più agile, con più energia. E scatta la voglia di sfruttare l’inverno per preparare qualche gara più lunga in primavera: una mezza maratona magari e per i più tosti una maratona.

Se vi siete avvicinati alla corsa da poco e desiderate continuare anche in inverno, eccovi qualche semplice consiglio su come affrontare al meglio la corsa quando fa freddo.

jenny-hill-unsplash_eroica15-18_corsa_inverno_vittorio-veneto_18-marzo-2018_blog

Photo by Jenny Hill on Unsplash

Primo suggerimento:

“Il brutto tempo non esiste”: è solo una questione mentale. Indossa una giacca anti pioggia leggera, scegli scarpe che ti proteggano bene i piedi e lanciati senza paura nel tuo percorso preferito.

Secondo accorgimento:

“Aumenta la tua visibilità”. La sicurezza quando corri è fondamentale. Fatti vedere subito dagli altri con braccialetti, fascie o giubbottini catarifrangenti. Nel caso tu ne sia sprovvisto, privilegia indumenti chiari e indossa una lampada da testa che ti aiuta anche a controllare il fondo stradale.

Terzo consiglio :

“Vestiti a strati”. Maglie traspiranti a contatto con la pelle, una felpa in pile isolante e poi a seconda di quanto il freddo sia pungente, copriti con una giacca a vento. E’ molto utile fare in casa  qualche semplice esercizio di stretching prima di partire: migliora il movimento delle articolazioni e rende più agevole la parte iniziale dell’allenamento.

Quarto consiglio :

“Cura bene il riscaldamento”. Dai più tempo al tuo corpo di adattarsi alla temperatura più rigida e percorri i primi chilometri ad andatura molto tranquilla. Con il tempo acquisirai quella sensibilità che ti farà percepire il momento che le tue gambe sono pronte per andature più veloci.

Ultimo suggerimento: sulla rivista Correre nel mese di novembre trovate un approfondimento del Dott. Luca Speciani sulla corsa con il freddo. Sullo stesso numero di novembre è presente anche Eroica15-18 con un bellissimo redazionale sul “percorso più bello del mondo”

Continuate a seguirci, nei prossimi articoli parleremo di come correre la Prima Maratona e sfatare il mito dell’impresa impossibile.

Iscrivetevi alla nostra Newsletter per non perdere news ed eventi organizzati da Eroica15-18!

accetto la normativa sulla privacy ai sensi dell'art.13 del D.Lgs 196/2003.

 

 

facebook
instagram

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi l'informativa sui Cookies

Chiudi